Modulor Le Corbusier Spiegazione, Concorso Docenti 2021 2022, F-22 Raptor Abbattuto, Due Pesos E Mezzo 1945, Immagini Foresta Temperata, Inter Rosa 2000, Giochi Sala Giochi Anni 2000, " />

giambellino anni '70

Una volta al mese, di sera, il mercato resta aperto per aperitivi e concerti, su iniziativa dell’associazione Dynamoscopio. 50/19 Gabetti Santa Rita / Famagosta - ad. Se nei primi anni del ’900 era stato un ballo non visto per nulla di buon occhio e parecchio osteggiato dalla borghesia e dalla polizia, con il passare degli anni la Bachata Giambellino Milano è stata molto rivalutata. Vendo peluches e giochi anni 80/90 VINTAGE: - 1 adorabile Peluche Popples (1985) floreale che quando si chiude ha la forma di un fiore = 30 euro -cofanetto tascabile Polly Pocket contenente un anello, … La sua creatività la esprimevasfilate di 5 anni fino ai 70 anni di età 3 anni fino ai 80 anni di età 2 anni dopo gli 80 anni di età Cosa serve per rinnovare la patente A? Tornandoci anni dopo ho riscoperto il grande fascino del Giambellino. Dopo il Giambellino, come grandezza del mercato, c’erano Baggio, Quarto Oggiaro e molto dopo Bovisa e Affori. Cosa ne sappiamo, Johnson isolato, incubo scaffali vuoti a Londra, Niente scossone, testa a testa dei partiti nazionalisti a Mostar, L’altra Ungheria, un’alleanza a sei contro Orbán, Macron positivo al virus, autoisolamenti a valanga, La strategia soft messa a dura prova, il premier svedese in calo di consensi, Jean Genet, quelle valigie cariche di appunti e acrobazie, Le varianti sociali (economiche e anche affettive) del covid, Beethoven, alla ricerca del metronomo perduto, Hangama Amiri, ricordi dell’Afghanistan nelle stoffe colorate, Perché i giochi online piacciono tanto al crimine informatico, Top Music Book, i libri imperdibili da regalare a Natale, I migliori videogiochi dell'anno... e del decennio, «Oceans in Transformation», tutte le traiettorie sono ad alto rischio, Lucrezia Borgia: duchessa, donna, cristiana, La novella visionaria e le tavole di Rébecca, Sfrigolio di un lapis sul foglio e impasto luminoso del colore: cento anni di FILA, Savinio, Malipiero e l’Italia moderna nelle ville ai Ronchi, Carlo Galli, primo: revocare la pretesa di legittimità del già dato. È una donna dal passato accattivante. Ci è capitato che qualche marocchino comprasse la birra da noi e poi si mettesse a fare casino. Buona parte della saga familiare si svolgeva proprio al Giambellino, il rione popolare dove i Morlacchi si erano trasferiti alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Ritornai nel bar di fronte a quella che era stata casa mia, qualche tempo dopo. Almeno, nel 2008 era questa la sensazione che mi lasciavano addosso certe conversazioni: nei bar, nelle trattorie, in qualche vecchio negozio. B. Beh, alura… Verso la fine degli anni … “Che le devo dire… Questo quartiere non si riconosce più, da tanti anni ormai”. Cosa restava di tutto questo? Il Pussy Cat, anni ’ 70, Centro Apice - Università di Milano Pietro Cavallero nel cortile della caserma di via Moscova, 1967, (Olympia) Il Questore Vincenzo Agnesina nel suo ufficio. Nel cortile erano ammassate montagne di chincaglieria: bulloni, chiodi, tappeti, madonnine, vecchie scarpe, giocattoli sbiaditi e ferraglia di ogni tipo. “Non ho un dato preciso, ma raccolgo da anni materiale sul quartiere: il Giambellino in quegli anni era … Ce n’era uno nei giardini di largo Giambellino, tra via Odazio e largo Gelsomini, di fronte alla chiesa. Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. I “cinesi” riempivano i muri del quartiere di ideogrammi orientali, mentre i “fazzoletti” (così venivano chiamati i fascisti) e la polizia erano scacciati non solo dai comunisti e dalla piccola delinquenza locale, ma anche dalla varia umanità del quartiere, che li proteggeva come il fiume fa con i suoi pesci. Situato a Milano, in Lombardia, il Giambellino Flat offre un balcone. Entrò una signora, anche lei anziana, per chiedere una toppa marrone, senza scritte né disegni. Del gruppetto di avventori, poi, faceva parte anche un femminiello: un uomo esile dall’età indefinibile, con un caschetto cotonato biondo platino, enormi occhiali da sole e un delicato foulard a fiori intorno al collo. Il Giambellino, infatti, sarà attraversato dalla nuova linea blu della metropolitana, che prevede ben tre stazioni nel quartiere: Gelsomini, Segneri e San Cristoforo, la stazione ferroviaria oggi sottoutilizzata che farà anche da capolinea, in piazza Tirana. ze Navigli/via Giorgio Merula (in prossimità della nuova fermata M4) in stabile civile anni '70 videosorvegliato con servizio di portineria (mezza giornata), ascensore e giardino condominiale, proponiamo ampio bilocale di mq70ca. Raccontami qualche episodio di cui sei stato testimone. I genitori di Manolo furono arrestati più volte, come gli zii e tanti altri compagni, mentre l’eroina conquistò le strade del Giambellino, bruciando come calce viva intere generazioni di giovani. Non vedi tutta la sporcizia che lasciano?”. Quando cacciano gli occupanti da una casa, questa viene chiusa con una lastra metallica e tenuta vuota, senza essere assegnata”. Non hai paura a muoverti in bici, di notte, in periferia?”, mi sobillava qualche milanese dal passo svelto. Celentano abitava in largo Gelsomini, Gianco in via Savona, mentre Bramieri andava a trovare sua madre, che stava da quelle parti: in un modo o nell’altro si trovavano tutti da Gino, spesso con la chitarra, per farsi una cantata. recuperali. In piazza Tirana, una delle poche realtà sopravvissute al tempo è la Cooperativa, una specie di circolo ricreativo dove i vecchi giambellinesi si riuniscono per giocare a carte, a carambola o a stecca sul velluto dei biliardi. Il bilancio, alla fine, fu di otto feriti. Giambellino 10, puntata del 13 febbraio 2020 ospite Christian Frosio Il pomeriggio di SMradio è Giambellino 10, dove si apre la vetrina della nostra street radio! E dire che il Giambellino era stato un vivaio di esperienze spesso avanguardistiche: basti pensare al convitto di Rinascita, nato dai partigiani della Decima Brigata Garibaldi e trapiantato in via del Giambellino 115, vicino alla fabbrica di vagoni ferroviari Tallero (il Fabricun). Dopo gli anni Settanta, la storia dei Morlacchi sarebbe diventata amara e drammatica, proprio come la vita del quartiere. Il quartiere ne eredita le diverse esperienze e, grazie alla … Un pò come a New York negli anni 70, ve lo ricordate come Al nuovo indirizzo della “Base popolare”, in via Manzano, divenuta Comitato degli abitanti Giambellino-Lorenteggio, ho trovato una decina di giovani impegnati a sistemare un cortile e ad allestire un pranzo di quartiere, fatto di pollo, riso, cous-cous e humus, preparati da sorridenti signore arabe e sudamericane. Chissà che cosa fanno, nelle loro macellerie, aperte fino a tarda sera…”; oppure: “Eh, questi cinesi…Chissà chi glieli dà i soldi per comprarsi tutti i bar del quartiere”; e, ancora: “Con tutti questi zingari non si può più vivere. Rif. Trovai i vecchi habitué, impegnati a giocare a carte o a carambola, intorno al biliardo nel retro del locale; poi Nino, l’ex barista del Bar Gino, e Anna, l’anziana moglie dello storico proprietario, una novantenne sorridente ed elegantissima che mangiava una coppa di gelato. Il cinema Cittanova (650 posti) – locale situato al termine di via Giambellino (numero civico 153), in prossimità di piazza Tirana - esordisce nel marzo 1949. È nato e cresciuto qui, ma non sa per quanto ancora ci resterà. Girato l’angolo, poi, c’era il “Bar Sincero”, in largo Giambellino; l’aperitivo, in posti come quello, era il classico Campari col bianco accompagnato da uova sode, noccioline, sottaceti e qualche fetta di salame. Via Ettore Ponti 62, Milano Trilocale Vendita. Stava lì, col suo Campari tra le dita e un accento impastato di Napoli e Milano, dal timbro sornione e femminile. Proprio sui Navigli, un pomeriggio mi capitò di imbattermi nella Calusca, piccola e straordinaria libreria dell’archivio Primo Moroni. Non ne trovai alcuna, salvo qualche targa commemorativa dedicata ai partigiani, e un paio di corone di fiori depositate il 25 aprile. Una mostra sonora che racconta il cambiamento ze via Santa Rita da Cascia / via Ettore Ponti in condominio medio/signorile anni '70 con servizio di portineria e … […] In più di una occasione, su numerosi tetti delle case tra piazza Tirana e via Lorenteggio comparvero scritte e bandiere dell’Organizzazione”. il nuovo manifesto società coop. La porticina su via Conchetta era aperta, e quello spazio un po’ sghembo, rivestito da un bellissimo graffito di Blu e Bad Trip, mi aveva attratto come un magnete. Rif. In seguito al boom economico, negli anni ’60 e ’70, si sono moltiplicate le fabbriche, soprattutto lungo il Naviglio Grande e la ferrovia. Tra l’altro, il Giambellino è sotto la lente prestigiosa dell’archistar (e senatore a vita) Renzo Piano, che con il gruppo di giovani architetti G124 (dal numero della stanza da senatore assegnata a Piano) ha lanciato, quasi in concomitanza con il masterplan di Comune e Regione, il progetto Giambellino Calling, che punta a riqualificare il quartiere attraverso piccoli interventi di recupero e “ricucitura”: cortili, stabili e spazi pubblici saranno ridisegnati, aperti e collegati da pedane, passerelle e altri lavori di abbellimento. E le occupazioni intanto aumentano, favorite dalla presenza di tanti alloggi vuoti». Oggi nuovo round, Risale al 12,3% il tasso di positività al Covid-19, Legge di bilancio: «Un coacervo di misure condivisibili senza una politica di bilancio ben delineata», Whirlpool a Napoli vuol risparmiare perfino usando la cassa Covid, Via il voto in numeri alle elementari, «la pagella dalla parte dei bambini», Giornalisti di Al Jazeera hackerati dal software israeliano Pegasus, Prove generali di Brexit, mezza Europa blocca gli spostamenti dal Regno unito, La variante inglese fa paura. Tra Tortona e Giambellino, proponiamo in VENDITA splendido bilocale di circa 70 mq al piano seminterrato di uno stabile anni 70. Tra questi Alberto Fortis che, dalla nativa Domodossola, si trasferì a Milano negli anni 70. Dopo gli anni Settanta, la storia dei Morlacchi sarebbe diventata amara e drammatica, proprio come la vita del quartiere. D’altronde, il cuore del Giambellino era proletario, operaio: dalle fabbriche metalmeccaniche del Dazio (in fondo al Lorenteggio, al confine tra Milano e Corsico), spesso durante gli scioperi partivano cortei spontanei che, bandiere rosse al vento, arrivavano in piazza Tirana per fermarsi in trattoria. La cosa che più mi colpì, però, era il contrasto tra quanto letto su libri e manuali e i ricordi di Manolo al Giambellino. La ligera, quella della Casbah di cui parlava Nando, si mescolava ai compagni del rione, e nessuno aveva niente da ridire: “Nelle vecchie osterie popolari, frequentate da proletari e sottoproletari, con la chitarra, i Mariet, i Rinun, i Pinza cantavano le vecchie patetiche e qualche volta struggenti canzoni popolari, come la bellissima Addio Lugano bella, Gli scariolanti del Po, Le mondine, L’uomo della ferriera, Lo spazzacamino, Profumi e balocchi mescolate a quelle tipiche della malavita: Porta Romana, Ma mi e tante altre”, raccontava Gino Montemezzani, compagno e amico di famiglia citato da Manolo. Dopo qualche coabitazione a San Siro e a Lambrate (900 euro per un bilocale: si dormiva anche in cucina! Diventavano tutti amici”. I marciapiedi del quartiere sono vere e proprie discariche a cielo aperto, … A queste azioni seguiva la distribuzione di volantini […] che descrivevano le ragioni dell’azione ed elencavano le informazioni in possesso della ‘ditta’”. In effetti, dal punto di vista abitativo, il Giambellino ha vissuto un abbandono trentennale, durante il quale molte case popolari sono state vendute (a prezzi irrisori) o lasciate al loro destino, senza manutenzione né pulizia. 70, posto al piano seminterrato di una palazzina di quattro piani degli anni cinquanta. Gli agenti avevano risposto con i gas lacrimogeni, e gli abitanti avevano bloccato la linea del tram, erigendo delle barricate con i cassonetti. Cominciai dal baretto di fronte al mio balcone, in via dei Tulipani; spesso, con l’arrivo della bella stagione, venivo svegliata dagli schiamazzi di un gruppo di anziani – sempre gli stessi – seduti all’unico tavolino sul marciapiede. © 2020 Un giorno lessi su internet che era in corso uno sgombero al Giambellino, in via del Vespri Siciliani: si trattava di una madre e dei suoi bambini (due o tre, non ricordo). Si tratta di un cinema popolare di terza visione, ubicata in un quartiere periferico: è l’evoluzione del modello di sala rionale degli anni … Non solo: pochi mesi fa, Comune, Regione e Aler hanno firmato un’intesa per riqualificare la zona, che prevede un investimento di 80 milioni di euro non solo per ristrutturare il patrimonio di edilizia popolare, ma anche per ridisegnare il quartiere nelle sue componenti sociali, con una “estensione dell’offerta abitativa ad una platea più ampia e diversificata”, con conseguente “riduzione della morosità”, e con un’“economia di prossimità” che punti ad “aumentare e migliorare la capacità di spesa nel quartiere allargando l’utenza a soggetti più numerosi (e anche più solvibili)”. Per favore, correggere i seguenti errori di input: Non ricordi la tua login e/o la password? Il sole era altissimo, e i suoi raggi asciugavano ogni tristezza dai muri delle case, dai panni stesi e dalle automobili parcheggiate. Abitazione composta da ingresso, zona soggiorno con … Registrati. Nel 2009 lasciai il quartiere per andare in Ticinese. Insomma: di quel vasto patrimonio popolare, corale, orizzontale, non era rimasto più nulla. Appartamento in Vendita a Milano via Giambellino 70 m 2 3 locali 340000€ in via giambellino a pochi passi da p.zza napoli e dalla futura fermata tolstoj della linea blu (m4) vendiamo in stabile anni 70, al primo piano con ascensore Scopri tutti gli annunci privati e di agenzie e scegli con Immobiliare.it la tua futura casa. Mi avventurai all’interno del capannone, dov’erano stipati mobili di ogni sorta ed epoca: ai piedi di una credenza, dove stavano appoggiate tele brutte dalle cornici sgargianti, vidi un quadretto con la foto in bianco e nero di una bambina: aveva un grembiule con il fiocco candido, una biro tra le dita e un’enorme carta geografica dell’Italia alle spalle. Via Giorgio Merula 7 in Milano Bilocale Vendita Rif. La nostra azienda opera nel settore del modernariato zona Giambellino Milano da oltre 35 anni e ha maturato un’esperienza consistente nel settore, fidelizzando una clientela soddisfatta. Immagini, queste, che affioravano nella mia testa come tappi di sughero, anche se in realtà non potevo averne memoria; e che mi lasciavano addosso la nostalgia di qualcosa che non avevo vissuto, ma che sentivo comunque appartenermi, in qualche modo. Un’istallazione audio da fruire attraverso dispositivi analogici e digitali. Una coppia di anziani camminava stretta stretta in via degli Apuli, mentre un grappolo di ragazzini – quasi tutti arabi – li sfiorava correndo, come gatti impazziti. Alcune foto, poi, raccontavano luoghi che faticavo a immaginare: in una, al posto della via Giambellino piena d’auto che conoscevo, c’erano cinque ragazzi in giacca e cravatta con il vento tra i capelli e un enorme prato aperto alle spalle. Il bar era gestito da un omone sulla sessantina, baffi spessi e camicia di flanella; doveva essere appassionato di pesca e calcio, visto che il suo locale era tappezzato di poster dell’Inter, e di foto che lo immortalavano fiero con enormi bestie di fiume all’amo. La via Giambellino “felliniana” Dal Bar Gino, dal suo bancone in radica di noce e ottone, prodotto dalla Zanchi e Angeloni e dal suo biliardo (che ora non c’è più…) sono passati in tanti.Dai famosi Duilio Loi, … Il Giambellino è un quartiere di case popolari, abitato soprattutto da anziani e immigrati; la via che gli dà il nome – un lungo rettilineo solcato dalle rotaie del tram e scandito da kebabbari, macellerie halal e vecchie trattorie stropicciate  – era un degradare di casette basse, tre o quattro piani al massimo: quelle più vicine a piazza Napoli, quindi al centro, con una grazia umile e a tratti signorile; quelle verso piazza  Tirana (ventre e cuore del Giambellino profondo), meno che essenziali: grigie, spoglie, sbrecciate e interrotte da cortili pieni di erbacce e mondezza. Decisi di perderci del tempo e la domenica, anziché naufragare in centro o nei soliti posti da terroni milanesizzati, iniziai a frequentare il quartiere. Qui venivano Gaber, Celentano, Ricky Gianco, Gino Bramieri…”. Quegli anni, storicamente rappresentati come cupi, pesanti, iper-ideologizzati (“di Piombo”, appunto), facevano a pugni con l’affresco vivace e umanissimo tratteggiato ne La fuga in avanti: gli zii di Manolo frequentavano posti come il Pinuccia Folk, sotto il ponte di via Carlo Troya, o la Bersagliera, trattoria di riferimento di piazza Tirana; locali pieni di vita, dove Jannacci beveva e cantava insieme a Renato Vallanzasca – altro personaggio cresciuto al Giambellino –, a qualche prostituta dall’ugola d’oro e a normalissimi abitanti del quartiere. In ottime condizioni e perfettamente funzionante. Tra i manifestanti, con mia sorpresa, c’erano tante donne – per lo più italiane – e un gruppo di giovani che non avevo mai visto. ISSNA Stampa: 1594-5529. Alla fine della strada, verso piazza Tirana, da una gabbietta di fronte a un phone center avevo sentito parlare un merlo, messo al sole dal proprietario del negozio. Siamo al Giambellino di Milano. Fondo di garanzia Legge 662/96 ISSNA Stampa: 1594-5529. Fu lì che, per la prima volta, ascoltai espressioni come damm-atrà, se femm, la và inscì, te ghe de lauràa. L'alloggio si trova a 1,6 km dal MUDEC, e gli ospiti beneficiano di WiFi … Per capire che personaggio fosse mio zio, avresti dovuto vedere il suo funerale. Sei alla ricerca di locali per la tua festa di 18 anni a Milano - Giambellino?In Meeting Hub puoi trovare una selezione delle migliori location per eventi, ristoranti, hotel e locali per feste di diciottesimo, da affittare per dar vita a una festa di 18esimo a Milano - Giambellino… Appartamento in Vendita a Milano via Giambellino 100 52 m 2 2 locali 235000€ rif: 00339 - sei stufo di vivere in un palazzo degli anni `60-`70 e vorresti una abitazione in una palazzina nuova e con terrazzo? Negli anni Sessanta, infatti, il quartiere era costruito solo in parte: qualche casa popolare (le prime, vicino piazza Napoli, risalivano agli anni Venti), diverse fabbriche (la Osram e la Loro Parisini di via Savona, e poi la Tallero e la Ferrotubi) e campagna a perdita d’occhio, puntellata da qualche cascina e ricamata dall’acqua del Naviglio Grande e delle sue mille rogge, piene di zanzare e cavedani. In seguito al boom economico, negli anni ’60 e ’70, si sono moltiplicate le fabbriche, soprattutto lungo il Naviglio Grande e la ferrovia. Lo ricordo ancora negli anni 70, ma quelli erano gli anni in cui in quella zona c’era più eroina della farina per cucinare, per cui lo fecero sparire in fretta. Erano “figli del popolo, proletari che mantenevano un forte spirito di ribellione antisistema”, e avevano attraversato il Novecento e la storia del movimento operaio senza scendere a patti con nessuno: né col Fascismo, né con la Repubblica che aveva tradito gli ideali della Resistenza – cui i Morlacchi contribuirono da partigiani – lasciando i padroni al loro posto, e i lavoratori alla loro miseria. Il Giambellino è uno dei quartieri più esposti ai rischi peggiori, il rione è ormai degenerato in una situazione mostruosa. 44/19 Gabetti Santa Rita / Famagosta - Ad. ... Case popolari di via Giambellino dal 132 al 144 negli anni … Una cosa incredibile, per una romana abituata alle distanze siderali e al traffico ipertrofico. Veronica si occupa della zona del Giambellino da cinque anni: «Qui il protocollo non è mai stato attuato. L’ultima volta che ho passeggiato in via Segneri c’erano transenne sormontate da un’enorme gru, per gli scavi della metropolitana. n. 196/2003. Tra gli anni 2007 e 2013 il rame aveva una quotazione molto alta, anche il rame usato era quotato 5 euro al chilo, mentre quello vergine aveva sfiorato i 12 euro al chilo. Poi, durante la curatela del libro di Quando arrivavano al bancone, però, non sentivi la differenza. Videocamera d'epoca anni '70. Giambellino and Lorenteggio are two historical and populous residential neighborhoods of Milan, Italy.Together, they form a district ("quartiere"), part of the Zone 6 administrative division of Milan.The district is centered along two parallel streets (over 2 km long), Via Giambellino … Prima di andar via vidi una specie di robivecchi, tra la cooperativa e la vecchia Bersagliera, che nel frattempo si era trasformata in un ristorante peruviano. Un giorno andai lì con un amico, per farmi raccontare un po’ di storie. In realtà questo bar, in total look anni ’70, ha aperto solo da pochi anni attirando … Locali per feste 18 anni a Milano - Giambellino Sei alla ricerca di locali per la tua festa di 18 anni a Milano - Giambellino ? Tra Tortona e Giambellino, proponiamo in VENDITA splendido bilocale di circa 70 mq al piano seminterrato di uno stabile anni 70. Un’“agopuntura urbana” – così l’hanno definita gli architetti di G124 – finanziata dallo stesso Piano grazie al suo stipendio da senatore. 44/19 Gabetti Santa Rita / Famagosta - Ad. Proprio in questo periodo si ebbe un aumento del furto del rame in Discarica rame Giambellino Milano e negli impianti cittadini che giunse ad un aumento del 3%. Era impressionante: sembrava avesse ingoiato un registratore. Lontano da loft e showroom di lusso, a due passi dal quadrilatero Aler dove non si sfila in passerella ma si “Tutto questo succedeva al Giambellino, dove ho trovato l’humus ideale per crescere bene!”. “Qui è pieno di case vuote, lasciate cadere a pezzi”, mi spiegò una ragazza della Base; “Eppure gli sgomberi continuano, così come i distacchi del gas di chi non riesce a pagare la bolletta. Qui, fra gli anni 60 e 70, è cresciuto Renato Vallanzasca e ha formato la sua prima banda, qui è sorto il nucleo storico delle Brigare rosse, da qui si è diffuso lo spaccio di eroina, qui c’erano le bische di Turatello, figlio naturale di un boss italoamericano. E via dicendo. Il senso d’appartenenza di nuovi e vecchi abitanti. Anche al bar Sincero non c’era più il vecchio gestore: l’attività era passata a suo figlio, che mi disse che il padre era morto qualche anno prima. Il governatore lombardo, Roberto Maroni, aveva promesso “duecento sgomberi a settimana”, e a cadenza quasi quotidiana si veniva a sapere di famiglie buttate fuori dall’appartamento occupato, con bambini, materassi e panni in mezzo alla strada. Renato Costantini Vallanzasca, comunemente noto come Renato Vallanzasca (Milano, 4 maggio 1950), è un criminale italiano. Qui, dove l’unico banco pienamente funzionante è la macelleria “da Vito”, che vende carne e la prepara al momento, è stata costruita una piccola pedana di legno e sono state inserite delle fioriere. In Meeting Hub puoi trovare una selezione delle migliori location per eventi, ristoranti, hotel e locali per feste di diciottesimo , da affittare per dar vita a una festa di 18esimo a Milano - Giambellino . Perché il proprietario del merlo è un arabo”, avevo risposto, cogliendo l’apprezzamento. Nell’autunno del 2014, però, in città accadde qualcosa che mi riportò su quelle strade sgangherate. 50/19 Gabetti Santa Rita / Famagosta - ad. Era una giornata bellissima, piena di sole, e nei locali occupati – puliti, colorati e pieni di foto – diversi bambini, sia italiani che non, giocavano accanto agli adulti impegnati a cucinare, apparecchiare la tavola e chiacchierare. Forse Milano non era poi così piatta; forse c’era della brace, sotto le macerie lasciate al mattino dalla movida straziante dei Navigli. Erano i ragazzi della “Base di solidarietà popolare del Giambellino”, una realtà nata dall’occupazione di una palazzina vuota in piazza Napoli (l’ “Ardita pizzeria”) e cresciuta tra le vie del rione, attraverso una serie di occupazioni e sgomberi davvero interminabile.

Modulor Le Corbusier Spiegazione, Concorso Docenti 2021 2022, F-22 Raptor Abbattuto, Due Pesos E Mezzo 1945, Immagini Foresta Temperata, Inter Rosa 2000, Giochi Sala Giochi Anni 2000,