Chiesa Di Santa Chiara Assisi Immagini, Svezia Italia U21 Tv, Valore 50 Pesos Oro 1947, Feltrinelli Lavora Con Noi, 10 Centesimi Rari 2000, Versioni Latino Verba Manent, Quali Sono Le Costellazioni, Juve Milan Coppa Italia Sintesi, Auguri Ad Un Collaboratore, Case In Vendita A San Vito Di Legnago, 50 Pesos Oro Vendita, Alex E Giorgio Wgf, A Sua Immagine Rai 1 Oggi, Modi Di Salutare Su Whatsapp, Passeggiate Con Bambini Trentino, " />

l'aquila calcio categoria

Tuttavia, nel campionato 1990-1991, il primo con il neo-presidente Circi al timone della società, i rossoblù, allenati prima da Giuliano Fiorini e poi da Federico Caputi, chiusero il torneo solo in terza posizione[57]. Nell'ottobre del 1943 fu fondata la Sportiva L'Aquila 1944, così chiamata dall'anno in cui avrebbe ripreso le attività. Jump to navigation Jump to search. Poco meglio andò l'anno successivo, il 1996-1997, quando i rossoblù, assunta la denominazione di Gruppo Sportivo L'Aquila Calcio, arrivarono al quinto posto trascinati in campo da Francesco Fonte e guidati in panchina da Angelo Crialesi (anch'egli ex calciatore aquilano, subentrato a Eugenio Natale dopo una massiccia rivoluzione tecnica invernale operata dalla dirigenza)[58]. All'avvio del campionato L'Aquila si confermò come la squadra rivelazione del girone e, dopo un inizio straripante (15 punti in 6 partite, con 14 gol fatti) chiuse il girone d'andata al primo posto togliendosi lo sfizio di battere, in un Tommaso Fattori pressoché esaurito, la capolista Palermo[68]. Il campionato dell'Aquila è contrassegnato da molte vittorie tra cui anche goleade (viene anche sancito un nuovo record di reti segnate in una gara ufficiale dai rossoblù, per la precisione in A.S.D. Tra i trascinatori di quegli anni, il centrocampista triestino Aldo Di Bitonto che, arrivato nel 1952, disputò ben sette stagioni con la maglia rossoblù diventandone capitano[31]. Il logo è composto nella parte alta dal rapace coronato in stile svevo che campeggia sullo stemma civico del capoluogo d'Abruzzo; la parte bassa è composta da uno scudo medievale rossoblù dentro il quale trovano posto la scritta "L'AQUILA 1927" e la stilizzazione di un pallone di cuoio[101][102][103]. Partita a fari spenti, la formazione allenata da un esordiente Stefano Sanderra (affiancato dal fratello Luca) cominciò ben presto un serrato duello in vetta con le due corazzate del girone, la Sambenedettese che poi restò indietro e, soprattutto, il Rieti che solo all'ultima giornata cedette il passo ai rossoblù, giungendo secondo a un solo punto dagli aquilani. L'Associazione Sportiva Dilettantistica L'Aquila 1927, meglio nota come L'Aquila, è una società calcistica italiana con sede nella città dell'Aquila. This list may not reflect recent changes (). Dopo due cambi in panchina, la squadra affidata infine alla guida di Giovanni Pagliari chiude il torneo al quinto posto qualificandosi per i play-off; proprio negli spareggi promozione, L'Aquila si riscatta superando, in due avvincenti derbies, dapprima il Chieti in semifinale quindi il Teramo in finale e conquistando, davanti ai 5.000 spettatori dello stadio Fattori (tra cui molte vecchie glorie[82]), la prima promozione in Lega Pro Prima Divisione ed il ritorno nel terzo livello del campionato italiano dopo 9 anni di assenza[83]. L’Aquila calcio – Domani si conoscerà la categoria dei rossoblu. Nel 2016 il club si è trasferito in un impianto dedicato al calcio e realizzato riutilizzando una vecchia struttura rugbistica. In questa categoria si trovano le voci relative alla squadra di calcio dell'Aquila Calcio 1927. L'anno seguente la squadra sembra finalmente essere proiettata verso la conquista del campionato e, dopo aver conquistato la seconda Coppa Italia Dilettanti Abruzzo, a due giornate dal termine si trova in testa al campionato insieme al Miglianico; impossibilitata a giocare le ultime due gare dopo il terremoto del 6 aprile 2009, i rossoblù vengono promossi d'ufficio in Serie D[68]. Città di L’Aquila-Atletico Civitella Roveto terminata 12-0[86]) che portano il club a conquistare, il 1º maggio 2019, a seguito della vittoria per 9-0 contro il San Francesco (un derby cittadino), il salto nel campionato abruzzese di Promozione. Al 1990 risale invece la formazione di un altro gruppo storico, quello del N.a.M., sigla che sta per "Nucleo anti-Marsica", dal nome della zona della provincia dell'Aquila che ospita la città di Avezzano, con la cui tifoseria c'è stata spesso una rivalità asperrima; il gruppo si è sciolto il 21 marzo 2009, dopo 19 anni di storia[122]. 4 CASTEL DEL MONTE. Alla lacuna si pone parzialmente rimedio tramite un accordo tra l'amministrazione comunale e Pasquale Specchioli, presidente del Montereale Calcio, club dell'omonimo comune della provincia aquilana disputante l'Eccellenza abruzzese; durante la stagione, chiusa in 14ª posizione, il sodalizio abbandona i colori arancio-verde, cominciando ad utilizzare maglie rosso-blu, ed infine muta denominazione sociale diventando Associazione Sportiva Dilettantistica L'Aquila Calcio Real, suffisso quest'ultimo omaggiante alla società d'origine ma mai digerito dalla piazza aquilana. Dopo un incidente ferroviario che ha decimato la rosa e la successiva retrocessione, l'undici aquilano non è più riuscito a tornare in serie cadetta, trascorrendo numerosi campionati in Serie C e molti altri tra i dilettanti. Il primo in ordine cronologico, utilizzato dal 1991 al 1994, presentava il rapace stilizzato, di profilo e ad ali spiegate. Da allora i rossoblù non sono più riusciti a tornare tra i cadetti. Si pubblicano di seguito le Società iscritte al campionato di 3^ categoria 2020/2021, in rigoroso ordine alfabetico: 1 AURORA. L'Aquila Calcio 1927 is an Italian association football club located in L'Aquila, Abruzzo. Tra i gemellaggi, storico è quello della tifoseria rossoblù con i corregionali del Chieti sorto negli anni ottanta anche in virtù della comune rivalità con il Pescara[123]. I suoi colori sociali sono il rosso e il blu, mentre il suo simbolo è l'aquila. La stagione 2019-2020 vede protagonisti i tifosi che sulla spinta del Supporters'Trust L'Aquilame' e del gruppo storico del tifo aquilano i Red Blue Eagles 1978, diventano a tutti gli effetti proprietari del club, scongiurando così l'ennesimo fallimento. All'esordio in cadetteria, la società aquilana si presentò con un nuovo presidente, l'avvocato Giovanni Centi Colella. Con l'Italia, Frossi, disputò 5 partite e segnò 8 reti vincendo sia le Olimpiadi 1936 che la classifica marcatori della stessa competizione. Società Sportiva di Serie D 2016/2017 La Pagina Ufficiale de L'Aquila Calcio 1927, la società di calcio professionistico del capoluogo abruzzese. In 1943, the club was refounded as Sportiva L'Aquila 1944 playing in Serie C three more seasons from 1945 to 1948. Per quanto riguarda le Nazionali giovanili, infine, Marco Villa, attaccante dell'Aquila dal 2008 al 2010, vanta 9 presenze e 1 rete con la Nazionale tedesca Under-21 mentre Hrvoje Miličević, mediano rossoblù nel 2015-2016, ha collezionato 17 presenze tra la Nazionale Under-21, quella Under-20 e quella Under-19 della Croazia. Dopo due settimi posti consecutivi, le continue ingerenze tecniche del presidente Cicchetti (in una gara pretese di stilare la formazione) portarono alla sua cacciata e all'inizio dell'era di Euro Barattelli che guidò L'Aquila in maniera pressoché continuativa (solo in un anno la guida della società passò nelle mani dell'avvocato Nello Mariani) per cinque stagioni, venendo ricordato come uno dei dirigenti più attenti alla gestione economica del sodalizio[34]. Giunta seconda a pari punti con l'Avigliano, L'Aquila affrontò la squadra lucana nello spareggio giocatosi a Cassino il 3 giugno 1979 e terminato 2-0 per i rossoblù, con una doppietta del bomber Militello[41] davanti ad oltre 7.000 supporters giunti dall'Abruzzo[44], in quello che può essere considerato uno dei primi esodi della tifoseria aquilana. La S.S. Città dell'Aquila adottò, invece, i colori sociali bianco e blu. Al di fuori dell'Abruzzo sono stati registrati scontri, negli anni duemila, con le tifoserie di Messina (gemellata con quella pescarese)[126] e Sambenedettese[senza fonte]. Nell'estate del 2003, tuttavia, la FIGC sembrò rendere vani gli sforzi fatti cancellando nuovamente L'Aquila dal campionato per la situazione debitoria della società. Ben più storica è, invece, la rivalità con il Sora sorta negli anni settanta e che sfociò, nel 1978-1979 in un'aggressione dei tifosi laziali agli atleti aquilani punita con la vittoria a tavolino per i rossoblù[127]. After two promotions, L'Aquila spent its first season in the second-tier Serie B. Later, the club later did not manage to escape relegation and its Serie B tenure ended after three seasons. L'Aquila non inizia male, alla fine del girone di andata si trova in una posizione di classifica tranquilla, ma a dicembre i punti di penalizzazione diventano 14, poi ridotti a 7; da questo momento in poi i risultati cominciano a peggiorare, la società entra in confusione, il tecnico Perrone viene sostituito, a sei giornate dalla fine, con Giacomo Modica, per poi essere richiamato nelle battute finali. In 1929, a new club called Società Sportiva Città dell'Aquila was founded, but lasted only a few years. Negli anni seguenti vanno ricordati i simboli del 2003-2004, quando L'Aquila ha giocato con lo stemma comunale sulle maglie, e quello in uso dal 2005 al 2007, adottato su indicazione della tifoseria, anche se modificato con l'aggiunta della scritta Real, poco gradita ai sostenitori rossoblù. Nel campionato 1954-1955 ci fu l'esordio dell'aquilano Angelo Caroli, che l'anno seguente arriverà a giocare addirittura in Serie A con la maglia della Juventus[32]. Le formazioni giovanili utilizzano anche i campi sportivi di San Gregorio e Barisciano. All'inizio della stagione 2004-2005, per la prima volta nel dopoguerra, nessuna società con i colori e con il nome del capoluogo abruzzese è iscritta ai campionati federali[77]. Gioca le sue partite interne allo stadio Gran Sasso d'Italia-Italo Acconcia. In occasione della XVII Olimpiade, il Fattori ospitò alcune partite del torneo preliminare di calcio e in quell'occasione la capienza fu attestata a 20.000 persone[106]. A confermarlo a Rete 8 è il presidente Daniele Ortolano. Le prime partite di calcio all'Aquila furono giocate in piazza San Basilio, nel centro storico della città; successivamente fu utilizzato il prato antistante la basilica di Santa Maria di Collemaggio[5][10]. Il 29 agosto 2015 la Società viene condannata ad un punto di penalizzazione dalla Corte d'Appello Federale della Figc per illecito sportivo da scontare nel successivo campionato di Lega Pro. Follonica – A meno di un nuovo rinvio torna in campo domenica prossima al “Malservisi-Matteini” il Follonica Gavorrano che deve recuperare il match contro l’Aquila Montevarchi. L'anno seguente, il primo nella Lega Pro riunificata, L'Aquila chiude con un deludente settimo posto al termine di un campionato molto altalenante caratterizzato dal cambio in corsa della guida tecnica, da Giovanni Pagliari a Nunzio Zavettieri; inoltre, al termine del torneo viene arrestato Ercole Di Nicola, allora direttore sportivo dei rossoblù, nell'ambito di un'inchiesta relativa al calcioscommesse[85]. Il copione si ripete nella stagione successiva che, nonostante le ambizioni iniziali, viene chiusa ancora una volta fuori dalla zona play-off e con la società che viene ceduta da Severoni ad Alfredo D'Urbano[68]. [1], nonostante i dirigenti Gualtieri e fratelli Agamben preferissero il neroverde cittadino in omaggio alla municipalità del post sisma 1703 e poi spendibile dal futuro rugby di Tommaso Fattori[9]. In questi anni la guida del sodalizio cambiò più volte passando da Dante Prosperini a Piemonte Veglione a Paolo Valentini e, quindi, a Franco Di Fabio. Following the 2009 L'Aquila earthquake, the club was promoted to Serie D under deliberation of the Lega Nazionale Dilettanti after it was realized the club was unable to complete the remaining two games left in the season with the club sitting at the top of the division. In 1994, Associazione Sportiva L'Aquila was founded and admitted to Eccellenza, and then became Vis L'Aquila in 1995 after a merger with Serie D squad Paganica Calcio. clikka sulla foto per accedere al sito. Al termine di una stagione particolare, segnata dalla morte del tifoso Nicola Mezzacappa (morto in un incidente stradale mentre si recava in trasferta a Pontedera mentre l'amico, Lorenzo Castri, rimase in coma per 15 giorni[62]) e caratterizzata da un andamento altalenante e da un sesto posto finale, arrivò l'ennesima doccia fredda: la società, affossata dai debiti, venne radiata dalla FIGC e ai rossoblù non restò che ripartire dalle serie minori con un nuovo sodalizio[58]. Acquisito il titolo sportivo della ex L'Aquila Calcio, la nuova società si presta a disputare la stagione 2005-2006, sostanzialmente divisa in due parti: al termine di un girone d'andata fallimentare, la società passa dalle mani di Specchioli a quelle dall'imprenditore romano Massimo Severoni e la squadra, affidata a Francesco Montarani, sfiora per un solo punto la qualificazione agli spareggi promozione[68]. L'Aquila Calcio - hier findest Du ein Datenblatt mit allen wichtigen Informationen zu dieser Mannschaft. Marino Bon, addirittura, perse i sensi per le gravi ferite riportate e fu dichiarato morto all'arrivo dei primi soccorritori; solo in seguito alla richiesta del presidente Centi Colella venne medicato e riuscì a salvarsi[19]. La travagliata vita del settore giovanile… Questa categoria contiene le 5 sottocategorie indicate di seguito, su un totale di 5. Lo stemma societario è tradizionalmente identificato con un'aquila, coerentemente allo stemma civico e in evidente richiamo al nome della città. 2018-2019 - 1ª nel girone A della Prima Categoria Abruzzo. Al termine della stagione chiese ed ottenne l'ammissione in Prima Divisione[1]. La stagione 1995-1996 si chiuse con l'ottavo posto, nonostante i ripetuti cambiamenti di panchina effettuati dal neo-presidente Gabriele Valentini, tra Bruno Nobili, Fabrizio Scarsella e Silvio Paolucci, quest'ultimo allenatore-giocatore[64]. 2019-2020 - 1ª nel girone A della Promozione Abruzzo. Cominciò così un periodo tormentato, in cui la formazione aquilana, nonostante i continui ribaltoni tecnici e societari, tentò nuovamente di tornare in terza serie, senza riuscirci. I simboli che vantano un'anzianità maggiore appartengono proprio alle società radiate. Risultati Abruzzo Terza Categoria - L'Aquila - Girone Unico. Il primo documento storico certificato è, tuttavia, una stampa del 25 aprile 1915, in cui viene citata per la prima volta l'Aquila Foot-Ball Club[1][4], con ogni probabilità la prima società calcistica della città. In virtù della tragedia, il direttorio federale della FIGC propose alla società la salvezza d'ufficio senza dover disputare il campionato, ma il club rifiutò[16]. Già nel 2001-2002 i rossoblù, inizialmente guidati da Gabriele Morganti, sembrarono destinati alla retrocessione, poi il cambio in panchina tra Morganti e il suo vice Augusto Gentilini contribuì a far centrare la salvezza con una giornata d'anticipo[68]. La società passò quindi nelle mani di Luigi Galeota, la squadra venne indebolita e, dopo numerosi avvicendamenti in panchina (ben cinque solo nel 1980-1981), al termine della stagione 1981-1982 i rossoblù guidati in panchina da Corrado Petrelli e successivamente da Giorgio Bettini[49] si piazzarono penultimi, nonostante il bel gioco espresso[50], e retrocessero nuovamente in Interregionale[51]. Nel 1948-1949 L'Aquila arrivò a pari punti con la Jesina in testa alla classifica, ma fu sconfitta per 2-0 nello spareggio giocato a Foligno il 3 luglio 1949[30]. Al termine del girone di andata del campionato abruzzese di Promozione, nel girone B, il club rossoblù, si è conquistato il simbolico titolo di campione d'inverno con tre punti di vantaggio in classifica sulla principale inseguitrice. Viene così allestita una rosa di grande spessore per la categoria, grazie alla partecipazione della gente aquilana sotto forma di abbonamenti, sponsor. Igioland. Nel 1991-1992 gli aquilani, allenati da Leonardo Acori, chiusero la stagione a pari merito con l'Acilia e furono costretti ad affrontare la squadra pontina nello spareggio disputatosi il 16 maggio 1992 allo stadio Flaminio di Roma e vinto 2-0 ai tempi supplementari; a quel punto L'Aquila, vincitrice del girone F, dovette disputare un ulteriore spareggio con la vincente del girone E, il Gualdo, venendo sconfitta con un risultato totale di 3-1[59] (2-0 nella gara d'andata a Gualdo Tadino e 1-1 nel ritorno allo stadio Tommaso Fattori, una partita che fece registrare la capienza record di 12.838 spettatori[58]). [87][88][89] A fine stagione la squadra viene promossa in Eccellenza essendo al primo posto in classifica (con dodici punti di vantaggio dall'inseguitrice Mutignano), al momento dell'interruzione del campionato a causa della pandemia di COVID-19. Mostra tutte le informazioni personali dei giocatori, come ad esempio l'età, la nazionalità, i dettagli contrattuali e l'attuale valore di mercato. A lui è intitolato lo stadio in cui il club gioca le sue partite dal 2016[115]. Video presentazione del filmato realizzato da Giammarco Menga ( prod. Esclusivamente in occasione dei play-off. Nel 1979-1980, al primo campionato di Serie C2, L'Aquila si piazzò all'ottavo posto, dopo un ottimo girone di andata ed un pessimo girone di ritorno[48]. Dal dopoguerra, lo stadio venne utilizzato in condivisione con L'Aquila Rugby 1936 e fu intitolato alla memoria di Tommaso Fattori, ex-tecnico dei neroverdi[105]. L'Aquila[5][105]. Nel 1947-1948 L'Aquila, guidata dall'ex calciatore Marino Bon, non riuscì a centrare l'ammissione nella nuova Serie C e si ritrovò retrocessa nel quarto livello nazionale[29], la Promozione (poi IV Serie) in cui rimase per un intero decennio. Aquila: nella metà degli anni venti il F.C. Negli anni duemiladieci, dalle ceneri dei N.a.M., è sorto invece il gruppo Novantanove. Degno di nota fu invece il campionato 1997-1998 che entrò di diritto nella storia del calcio aquilano dal momento che la formazione abruzzese (che aveva nuovamente cambiato nome in L'Aquila Calcio) vinse per la prima volta il campionato in senso assoluto, conquistando cioè la promozione sul campo e non grazie a spareggi o ripescaggi[58][65]. Decisamente curioso fu anche il caso di Paolo Braca; in un'amichevole disputatasi nel 1966 l'attaccante di origine giuliese impressionò a tal punto il Napoli di Bruno Pesaola (che in quegli anni veniva in ritiro all'Aquila) da essere immediatamente tesserato per gli azzurri[38]. Nella stagione seguente viene confermato in panchina Pierfrancesco Battistini, subentrato a Morgia nel precedente torneo terminando ancora in quinta posizione: la semifinale, giocata fuori casa, vede il club rossoblù perdere 0 a 3 contro il Matelica. L’Aquila Calcio disputerà la prossima stagione in Prima Categoria. Disegnato dai tifosi, sarà concesso in comodato alla nuova società. Als Spielstätte dient dem Verein das Stadio Gran Sasso d’Italia-Italo Acconcia in L’Aquila, es bietet Platz für 6 763 Zuschauer. a 23:15. L'Associazione Sportiva L'Aquila venne rifondata da un gruppo di appassionati guidati dal Dottor Antonello Bernardi nell'estate del 1994 e nel 1994-1995 fece il suo esordio in Eccellenza con un organico interamente aquilano guidato dall'ex calciatore rossoblù Pietro Ferzoco terminando il campionato in terza posizione[63]. Quella partita a Tripoli... La rinascita: L'Aquila capolista. A ricordo della tragedia, vennero realizzate la statua e la targa poste all'interno del settore Distinti dello stadio Tommaso Fattori; inoltre, grazie ad una petizione popolare avviata dalla tifoseria, dal 2011, nel quartiere Sant'Elia del capoluogo abruzzese, è presente una via denominata appunto «3 giugno 1979»[47]. A fine stagione Elio Gizzi cede la presidenza all'amico costruttore Corrado Chiodi, decidendo comunque di rimanere all'interno della società. Nel 1938-1939, in particolare, la squadra aquilana fu caratterizzata dalla più alta presenza di calciatori locali, sette[26]. Il campo era situato all'angolo tra le attuali viale Corrado IV e via del Beato Cesidio, dove oggi sorge lo stadio d'atletica[105]. 9 NOVA 2017. Dei calciatori sopravvissuti, pochissimi tornarono a calcare i campi di gioco[18]. L'Aquila si presentò, dunque, ai ranghi di partenza del campionato 1999-2000 con un organico finalmente competitivo e in un clima di rinnovato entusiasmo, dando vita ad un appassionante rincorsa alle zone alte della classifica con Fasano prima e Foggia poi, e chiudendo la stagione al 2º posto dietro il Messina. Oggi è stata fatta l’affiliazione della nuova società e domani si conoscerà la categoria. Il 27 luglio 2018 viene ufficializzata la mancata iscrizione in Serie D per motivi finanziari e nell'estate viene fondata l'Associazione Sportiva Dilettantistica Città di L'Aquila che riparte dalla Prima Categoria. O L'Aquila Calcio xoga no estadio Tommaso Fattori, inagurado en 1933 e con capacidade 10.000 espectadores. Tra i record-man è doveroso citare Valdo Cherubini, bomber con oltre 440 presenze in maglia rossoblù collezionate tra gli anni settanta e ottanta[51]. 7 MARSICA NEW TEAM. 3 BUGNARA. Tra i giocatori più celebri a vestito la maglia rossoblù si cita Italo Acconcia; centrocampista di talento, l'aquilano si mise in luce giovanissimo già negli anni quaranta prima di lasciare l'Abruzzo per andare a giocare con Fiorentina, Udinese e Genoa in Serie A. Una volta terminata la carriera da giocatore, Acconcia divenne selezionatore della Nazionale B e commissario tecnico della Nazionale Juniores lanciando talenti come Paolo Rossi, Antonio Cabrini, Marco Tardelli e Franco Baresi[114]. Il rientro in terza serie sancì anche il ritorno della compagine abruzzese nella Coppa Italia, competizione in cui i rossoblù arrivarono sino al terzo turno prima di essere sconfitti dall'Atalanta con un perentorio 4-0. A partire dal 1926 è documentata l'esistenza di un Football Club L'Aquila[5]: la squadra inizialmente vestiva una maglia a scacchi rossi e blu anche se successivamente venne utilizzata anche una maglia bianco-nera e una azzurro Savoia. La società di Gizzi, nonostante le difficoltà logistiche del dopo-sisma (la squadra è costretta ad allenarsi a Tortoreto[68] e disputa le gare casalinghe nella spettrale cornice di un Fattori semideserto nel mezzo di una città devastata), disputa un discreto campionato, stabilendosi nelle prime posizioni per buona parte del torneo e conquistando in più d'una occasione la vetta[79]; nel finale, in vistoso calo atletico, cede il primato al Chieti e nell'ultima giornata precipita addirittura al quarto posto. Alla fine del torneo non riuscì tuttavia a salvarsi e retrocedette in Serie C; pesò sul rendimento soprattutto la disputa dei recuperi di partite durante la settimana e la sterilità dell'attacco[16]. Ancora più cocente fu la delusioni nei due campionati successivi con L'Aquila chiuse in entrambi i casi al primo posto il proprio girone d'Interregionale senza riuscire a centrare, perlomeno sul campo, l'agognata promozione in Serie C2[58]. Colpo della Ferroviaria Amatori Sulmona, Statulae Goriano ancora fermo al palo. La terza stagione di fila dell'Aquila in Serie B (1936-1937) fu segnata irreparabilmente dalla tragedia di Contigliano, un incidente ferroviario in cui morirono 8 persone tra cui il tecnico aquilano Attilio Buratti mentre tutti gli altri componenti della rosa (tredici giocatori, due dirigenti e una massaggiatore) rimasero gravemente feriti[16]. L’Aquila Calcio ripartirà dalla Prima Categoria. Pages in category "L'Aquila Calcio 1927 players" The following 99 pages are in this category, out of 99 total. Nessun commento: Posta un commento. Another promotion, this time to Lega Pro Prima Divisione, came through playoffs in 2012–13; this was followed by an impressive fifth place and subsequent qualification promotion playoff (then lost to Pisa). In 1998, the club won promotion to Serie C2, and reached Serie C1 in 2000 after winning a playoff against Acireale. Come già detto da tempo ( QUI L’INTERVISTA AD ORTOLANO) la parola decisiva spetterà al … Il primo sodalizio sportivo è ritenuto essere la Folgore, una polisportiva i cui atleti, oltre al calcio amatoriale, praticato a partire dagli anni venti, erano dediti anche a discipline come sci, pugilato e tiro a segno . Molti altri giocatori dell'Aquila hanno disputato la massima serie con un'altra formazione. L’elenco. 6 MAJELLA UNITED. Disclaimer: Although every possible effort is made to ensure the accuracy of our services we accept no responsibility for any kind of use made of any kind of data and information provided by this site. Non mancarono i periodi di crisi: per trovare i fondi destinati all'iscrizione nel campionato 1960-1961 la società dovette far cassa con la cessione della stella Agostino Di Bartolomeo al Lanerossi Vicenza[37]. L'Aquila calcio in 1^ Categoria - intervista Daniele Ortolano. 2000-2002 Banca di Credito Cooperativo di Roma, 2006-2007 Studio Professionisti Associati, 2019-2020 Aterno Gas & Power; Bar Gelaterie Duomo; Dalmar Sport. Roberto Cappellacci, in carica dall'estate del 2018, è il 77º tecnico dei rossoblù. National teams ; L'Aquila Calcio » Historical squads. Il primo documento storico certificato è, tuttavia, una stampa del 25 aprile 1915, in cui viene citata per la prima volta l'Aquila Foot-Ball Club , con ogni probabilità la prima società calcistica della città. Si tratta di un circolo di colore blu, inquartato di rosso e di bianco, sul quale è rappresentata un'aquila blu con la testa bianca; lo stemma presenta alcuni riferimenti alla storia della città come l'evidenziamento della bicromia bianco-rossa e la suddivisione in quattro parti, rispettivamente in omaggio agli antichi colori civici e ai quattro rioni cittadini[97]. La littorina sulla quale il 3 ottobre 1936 la comitiva aquilana viaggiava verso Verona, per disputare il giorno seguente la quarta giornata di andata contro la compagine locale, centrò nei pressi della cittadina reatina un vagone postale partito da Terni. Inizialmente posti anch'essi nel settore Distinti, si spostarono sul finire degli anni ottanta nella parte occidentale della Curva, insieme ai ragazzi dell'Ultima Fila (questi ultimi posizionati a ridosso dell'entrata del settore). L’Aquila Calcio 1927 ist ein italienischer Fußballverein aus L’Aquila, einer Stadt aus der Region Abruzzen.Die Vereinsfarben sind Rot und Blau. L’Aquila 1927 è in ... per festeggiare il salto di categoria in ... è prevista la conferenza stampa di presentazione del settore giovanile dell’Aquila 1927 dal nome Academy L’Aquila Calcio. L'Aquila: il sodalizio partecipò al campionato misto non ufficiale abruzzese, arrivando in quarta posizione[28]. They currently play in the Serie D. Existence of football clubs in L'Aquila can be traced back to 1910, when an amateur club called Football Club L'Aquila, then unregistered to the Italian Football Federation, already existed. Il campo da gioco era sito a piazza d'Armi, anche se precedentemente le compagini aquilane giocarono anche in piazza San Basilio, di fronte l'omonimo convento, o sul prato antistante la basilica di Santa Maria di Collemaggio[5][10]; dal 1933 la squadra iniziò a disputare le gare casalinghe nel nuovo stadio XXVIII Ottobre[11], un impianto all'avanguardia per l'epoca[12], successivamente condiviso con L'Aquila Rugby e, a partire dagli anni sessanta, intitolato alla memoria dell'ex rugbista e allenatore Tommaso Fattori. 8 MONTICCHIO 88. L'impianto – dotato di un campo di gioco, una pista per l'atletica (poi eliminata, e un velodromo - fu progettato dall'architetto milanese Paolo Vietti-Violi, mentre i lavori di costruzione furono diretti dall'architetto Mario Gioia e dall'ingegner Gaetano Lisio. Tra questi, coloro che vantano titoli nazionali o internazionali sono Annibale Frossi (2 campionati italiani con l'Ambrosiana-Inter nel 1937-1938 e nel 1939-1940 oltre a una Coppa Italia, sempre con i nerazzurri, nel 1938-1939), Angelo Caroli (1 scudetto con la Juventus nel 1960-1961, unico aquilano di nascita a vincere il campionato italiano), Sergio Petrelli (1 scudetto con la Lazio nel 1973-1974) e Sergio Spuri (1 scudetto con l'Hellas Verona nel 1984-1985).[116]. Post più recente Post più vecchio Home page. Successivamente, l'Aquila giocò altre cinque stagioni in terza serie, alternando annate positive ad altre più anonime. Nel campionato 2013-2014, sotto la guida del confermato Giovanni Pagliari, i rossoblù disputano un buon torneo qualificandosi, a distanza di 80 anni dall'ultima volta, agli spareggi per la promozione in Serie B[84] venendo però eliminati già ai quarti di finale dal Pisa. Una seconda amicizia a livello regionale legava i rossoblù alla tifoseria del Giulianova, poi conclusasi per motivi ignoti. After spending several seasons in the lower tiered leagues, the club was readmitted to Serie C in 1958, where it spent a decade after being relegated to Serie D in 1969.

Chiesa Di Santa Chiara Assisi Immagini, Svezia Italia U21 Tv, Valore 50 Pesos Oro 1947, Feltrinelli Lavora Con Noi, 10 Centesimi Rari 2000, Versioni Latino Verba Manent, Quali Sono Le Costellazioni, Juve Milan Coppa Italia Sintesi, Auguri Ad Un Collaboratore, Case In Vendita A San Vito Di Legnago, 50 Pesos Oro Vendita, Alex E Giorgio Wgf, A Sua Immagine Rai 1 Oggi, Modi Di Salutare Su Whatsapp, Passeggiate Con Bambini Trentino,